Hit Enter to search or Esc key to close
Blog thumbnail

2020: la riscoperta del cammino e il ricordo per chi non ce l’ha fatta

2020: la riscoperta del cammino e il ricordo per chi non ce l’ha fatta

Blog thumbnail

Di Alex Vigliani

Sei ancora vivo, respiri e cammini.
E questo equivale in qualche modo alla vittoria in quella grande corsa che ti ha portato a nascere.
Una scommessa vinta.
Ci sentiamo sfortunati, spesso, senza sottintendere mai che la vita, respirare e perché no, venire fuori indenni da un anno come questo, voglia dire in qualche modo avercela fatta.
E poi. E poi questo poter vivere, ridere, respirare ti ha fatto scoprire che il cambiamento era poco distante da casa.
Lo hai fatto mentre fuori infuriava la bufera, certo, mentre tutto quello che avevi costruito sembrava andare a rotoli.
Così, scavandoti nel cuore, hai trovato quell’origine essenziale cui tutti noi deriviamo: la terra, grande madre generatrice.
Ti sei perso nei boschi, tra le montagne, hai scovato valli laddove vedevi solo una linea continua d’orizzonte.
E ti sei preso il tuo tempo ai piedi di un albero.
L’istinto ti ha spinto ad abbracciarlo.
Hai sospirato “MADRE” e poi “PADRE”, ritrovando te stesso in quel filo tenue e rosso che ti rende comunicante con le radici degli alberi.
Hai preso l’abitudine di indossare gli scarponi. E se all’inizio la terra, il fango intorno alle suole, lo consideravi sporco, poi lo hai valutato come normale. Anzi, come tuo, proprio, estraneo dal senso di possesso, ma tuo perché infinitamente parte di te.
Certo, tu che leggi, io che scrivo, abbiamo perso tutti un qualcuno. In pochi possono dire, tra amici e parenti, di non aver dovuto dire addio a qualcuno nel corso di quest’anno.
Ma hai scoperto anche che ogni volta che vai nel bosco, su un sentiero innevato tracciato solo da una lepre curiosa, là dove lo sguardo si spinge e incontra vette e valli e panorami infiniti, proprio là, nel vento, nel silenzio, puoi ritrovare chi non c’è più.
E nei tuoi passi ricordarlo, ai tuoi passi dedicarlo.
Per sempre.

Condividi su:
Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *