Camminare in natura rende forti e allora cammina e difenditi rinforzandoti!

da | 14 Lug 20 | Pensieri in cammino | 0 commenti

Sedentarietà, mancanza di vitamina D, alimentazione sbagliata, assenza di vita all’aperto e soprattutto in natura.
Sono solo alcune delle cause che minano il nostro sistema immunitario rendendoci più deboli.
Camminare in natura può essere la panacea a ogni male?
Evidentemente no, non basta, ma di sicuro rinforza e aiuta a vivere meglio. Dal cuore all’umore, i vantaggi dell’andare a piedi sono notevoli. Rimarrete sorpresi da quello che una semplice passeggiata, se continua, costante, lontano dai luoghi trafficati, può fare. Più di duemila anni fa Ippocrate diceva che Camminare è la “migliore medicina”e numerosi studi recenti lo confermano. Una passeggiata di mezz’ora al giorno a passo svelto è il modo migliore per perdere peso e stare in forma.
Camminare ha i suoi benefici 

  • Camminare accelera il metabolismo e riduce il rischio di diabete, una camminata aiuta infatti a metabolizzare il glucosio e attiva tutto il corpo facendolo funzionare in modo molto più veloce e fluido. Diminuisce le infiammazioni.
  • Se cammini ti ammali di meno, grazie al migliore funzionamento del sistema circolatorio. Le tue difese immunitarie saranno più attive, aumenterà il rilascio di endorfina, stimolerà il sistema linfatico, diminuirà il livello di stress e ti sentirai più riposato requisito essenziale per permettere al tuo sistema immunitario di lavorare più efficacemente. Ovviamente camminando all’aria aperta farai scorpacciata da vitamina D, ormai ritenuta fondamentale e assolutamente reperibile solo con il sole.
  • Camminare allena il cuore che più diviene allenato e più è forte. Tenendo d’occhio la frequenza cardiaca, praticando una camminata a passo svelto, vedrete come i battiti diminuiranno, sintomatico di come il cuore diventi più allenato e il corpo maggiormente ossigenato.
  • Allunga la vita. Con una semplicissima camminata di 25 minuti fatta in modo regolare, puoi allungare la tua vita da 3 a 7 anni in più. Lo sostengono gli scienziati  Camminare dimezza il rischio di infarto dopo i 50 anni e riduce la possibilità di ammalarsi, permettendoti di condurre una vita più sana e longeva.
  • Sarai più creativo. Lo pratichiamo anche noi: il walking meet. Gli incontri di lavoro li facciamo camminando. Non più seduti e trincerati dietro scrivanie, ma camminando liberamente. Così si liberano energie e creatività.
  • Camminare ti mette di buon umore. Quando la tua mente è più leggera, ti senti più rilassato e di buon umore. Uno studio inglese dimostra infatti come camminare nel verde salvi dai pensieri negativi. Prenditi questo tempo per distrarti da tutti gli impegni della giornata e concentrati su te stesso.

ULTIMI POST

Elogio dell’imperfezione: la Georgia, il Grande Caucaso e altre storie

Elogio dell’imperfezione: la Georgia, il Grande Caucaso e altre storie

“Non smetteremo di esplorare. E alla fine di tutto il nostro andare ritorneremo al punto di partenza per conoscerlo per la prima volta” Di Luana Ricci   Il Caucaso scorre lento dal finestrino sotto a una pioggia battente. Attraversiamo piccoli villaggi di periferia,...

La natura nuoce gravemente a chi ti vuole zitto e obbediente

La natura nuoce gravemente a chi ti vuole zitto e obbediente

di Alex Vigliani Il contagio emotivo della libertà,dei grandi spazi, del ritorno al selvaggio.Ben oltre le gabbie di cemento della metropoli del vizio ci sono cattedrali di rocce e boschi, cieli e praterie, spiagge incontaminate e luoghi infiniti di infinita bellezza....

Share This
Scrivici!
X