Warning: Illegal string offset 'url' in /web/htdocs/www.itinarrando.com/home/wp-content/themes/goto/inc/helpers.php on line 1421
Hit Enter to search or Esc key to close
itinarrando - campo staffi

Ce lo ha insegnato la montagna: arrendersi mai. E così viviamo.

Ce lo ha insegnato la montagna: arrendersi mai. E così viviamo.

itinarrando - campo staffi ,

di Alex Vigliani La montagna è scuola di vita. La montagna su banchi di scuola di rocce e corteccia e terra ci insegna a non arrenderci mai. Anche quando le condizioni non sono favorevoli, il tornare indietro non è mai resa. Soprattutto perché ti darai una seconda possibilità e lei te ne concederà: puoi esserne

Condividi su:
Blog thumbnail

Fai tuoi questi auguri: Buon 2021 di nuovo in cammino, gambe stanche, cuore leggero e mente libera

Fai tuoi questi auguri: Buon 2021 di nuovo in cammino, gambe stanche, cuore leggero e mente libera

Blog thumbnail

di Alex Vigliani L’augurio più semplice che mi viene da farti è che nel 2021 tu abbia le gambe stanche per lunghi cammini e non perché fermo troppo tempo nella stessa posizione. Gambe in movimento, mente in movimento. I pensieri vengono generati dai passi fatti all’aria aperta. Attraversi boschi cercando te stesso, trovi pensieri ed

Condividi su:
Blog thumbnail

2020: Per Itinarrando un anno comunque in cammino, incredibile e da record!

2020: Per Itinarrando un anno comunque in cammino, incredibile e da record!

Blog thumbnail

Si conclude oggi 06.12.2020 l’anno associativo di Itinarrando che ha rinnovato nei giorni scorsi anche per il 2021 il proprio sodalizio con la Federazione Capit e Unipol Assicurazioni. Un anno, questo, che nonostante lo stop imposto dall’emergenza Covid, ha visto un numero record di associati: 1323 e più di 200 iniziative per un anno che

Condividi su:
Blog thumbnail

Quel cammino fatto di musica, suoni, ricordi e… walkman!

Quel cammino fatto di musica, suoni, ricordi e… walkman!

Blog thumbnail

Di Francesca Mattiello “Sogna ragazzo sogna” oggi risuona in una vecchia cuffia per walkman, fatta di spugna consumata ed un archetto che mi stringe un po’ la testa. Una di quelle che, se la memoria non inganna, dovrebbe risalire all’estate del 1999, in regalo con il mio primo lettore CD color verde acqua; l’estate in

Condividi su:
Blog thumbnail

Camminare ai tempi del coronavirus: continuare a farlo in gruppo, Itinarrando non si arrende! Ecco cosa cambia.

Camminare ai tempi del coronavirus: continuare a farlo in gruppo, Itinarrando non si arrende! Ecco cosa cambia.

Blog thumbnail

di Alex Vigliani Le direttive del governo NON ci dicono di fermarci, anzi promuovono e caldeggiano le attività all’aperto. Non è stato imposto alcuno stop per le escursioni e questo perché l’esperienza in natura risulta essere attività preferibile allo stare in città. Certo, poi dipende da ciò che si decide: e noi abbiamo deciso di

Condividi su:
Blog thumbnail

Riprendersi la lentezza: la pace, il bosco e l’eremo del Caùto

Riprendersi la lentezza: la pace, il bosco e l’eremo del Caùto

Blog thumbnail

di Alex Vigliani La cascata è lì meno generosa di altri anni e scompare quasi subito appena mi inoltro nel bosco, tramutandosi  in eco e poi in dissolvenza. La Riserva Naturale di Zompo Lo schioppo è un posto che scorre, un luogo in cui l’acqua è l’elemento principale. Non è difficile comprendere come qualcuno possa

Condividi su:
Blog thumbnail

Innamorati di ogni passo

Innamorati di ogni passo

Blog thumbnail

Di Michela Battisti A noi che non vediamo l’ora di tornare lì dove ci sentiamo a casa, a noi che per andare in montagna ci svegliamo all’alba senza batter ciglio e bofonchiamo invece tutti gli altri giorni, a noi che studiamo con attenzione un albero per capire da quale parte sia più opportuno abbracciarlo, a

Condividi su:
Blog thumbnail

Di occhi vivaci e scarpe sempre sporche

Di occhi vivaci e scarpe sempre sporche

Blog thumbnail

Di Michela Battisti Li riconosci perché vanno in giro con gli occhi vividi e le antenne dritte, lo sguardo intento a catturare dettagli che sembra non vogliano più lasciar andare. Usano gli strumenti più disparati per immortalare quello che riescono ad intercettare, dagli obiettivi fotografici ai palmi delle mani, dai taccuini fedeli alle pieghe delle

Condividi su:
Blog thumbnail

Albero IO ti scelgo come amico perché…

Albero IO ti scelgo come amico perché…

Blog thumbnail

Di Alex Vigliani Albero io ti scelgo come amico. Mi ricordi mia madre con le braccia protese verso di me, con il busto forte che non s’arrende ai venti, che se mi riparo mi difende. Che ogni cosa vede prima e prima di me sa capire il pericolo. Quanto grande mi sembrava mia madre quand’ero

Condividi su:
Blog thumbnail

La neve ci insegna il valore dell’attesa

La neve ci insegna il valore dell’attesa

Blog thumbnail

Trepidante sospensione. Si fa attendere, come la più preziosa delle spose. Si fa desiderare, come un regalo che aspetta solo di essere scartato. E sogniamo i nostri scarponi calpestarla, ciaspole ai piedi per un’esperienza che si tinge di bianco, tisane e cioccolate calde da sorseggiare in tazze grandi davanti a un caminetto scoppiettante, mentre fuori

Condividi su:
Blog thumbnail

Camminare sempre: la bellezza del non avere meta. Camminare è un viaggio senza fine.

Camminare sempre: la bellezza del non avere meta. Camminare è un viaggio senza fine.

Blog thumbnail

Senza fine. Camminare. Lo facciamo dall’inizio della nostra vita e poi d’un tratto ce ne dimentichiamo della fatica fatta per sollevarci da terra, per quel passo barcollante fatto a braccia protese abbracciando una nuova libertà. Una conquista, rivoluzione di movimento. Evoluzione, l’esperienza del volo dell’aquilotto. Quel primo passo alla base di tante evoluzioni della storia

Condividi su:
Blog thumbnail

Infinito camminare: cercati ancora e ritrova te stesso con le ginocchia sbucciate e gli occhi di bambino

Infinito camminare: cercati ancora e ritrova te stesso con le ginocchia sbucciate e gli occhi di bambino

Blog thumbnail

Passi una mano sulle ginocchia. Quella cicatrice ti riporta a qualche anno fa. Era il viale polveroso che portava a casa tua e hai battuto quel punto così forte che ancora al pensiero senti il male che ti si infila dentro.Poi ti sei rialzato, sei andato oltre e hai attraversato sentieri con l’avida voglia di

Condividi su: