Warning: Illegal string offset 'url' in /web/htdocs/www.itinarrando.com/home/wp-content/themes/goto/inc/helpers.php on line 1421
Hit Enter to search or Esc key to close
Blog thumbnail

Albero IO ti scelgo come amico perché…

Albero IO ti scelgo come amico perché…

Blog thumbnail

Di Alex Vigliani Albero io ti scelgo come amico. Mi ricordi mia madre con le braccia protese verso di me, con il busto forte che non s’arrende ai venti, che se mi riparo mi difende. Che ogni cosa vede prima e prima di me sa capire il pericolo. Quanto grande mi sembrava mia madre quand’ero

Condividi su:
Blog thumbnail

La neve ci insegna il valore dell’attesa

La neve ci insegna il valore dell’attesa

Blog thumbnail

Trepidante sospensione. Si fa attendere, come la più preziosa delle spose. Si fa desiderare, come un regalo che aspetta solo di essere scartato. E sogniamo i nostri scarponi calpestarla, ciaspole ai piedi per un’esperienza che si tinge di bianco, tisane e cioccolate calde da sorseggiare in tazze grandi davanti a un caminetto scoppiettante, mentre fuori

Condividi su:
Blog thumbnail

A piede libero, perché camminare è palestra di libertà

A piede libero, perché camminare è palestra di libertà

Blog thumbnail

di Francesca Mattiello Passi liberi. Camminare non è questione agonistica, camminare ha a che fare con altro. Non è solo la scelta dello scarpone migliore e dello zaino più comodo da mettere in spalla, non è una questione cronometrica o di velocità di arrivo nel vano tentativo di accelerare il tempo, riempiendolo quasi fino a

Condividi su:
Blog thumbnail

Camminare sempre: la bellezza del non avere meta. Camminare è un viaggio senza fine.

Camminare sempre: la bellezza del non avere meta. Camminare è un viaggio senza fine.

Blog thumbnail

Senza fine. Camminare. Lo facciamo dall’inizio della nostra vita e poi d’un tratto ce ne dimentichiamo della fatica fatta per sollevarci da terra, per quel passo barcollante fatto a braccia protese abbracciando una nuova libertà. Una conquista, rivoluzione di movimento. Evoluzione, l’esperienza del volo dell’aquilotto. Quel primo passo alla base di tante evoluzioni della storia

Condividi su:
Blog thumbnail

Infinito camminare: cercati ancora e ritrova te stesso con le ginocchia sbucciate e gli occhi di bambino

Infinito camminare: cercati ancora e ritrova te stesso con le ginocchia sbucciate e gli occhi di bambino

Blog thumbnail

Passi una mano sulle ginocchia. Quella cicatrice ti riporta a qualche anno fa. Era il viale polveroso che portava a casa tua e hai battuto quel punto così forte che ancora al pensiero senti il male che ti si infila dentro.Poi ti sei rialzato, sei andato oltre e hai attraversato sentieri con l’avida voglia di

Condividi su: